slid3-80.jpgslid4-30.jpgslid5-30.jpgslide1-60.jpgslide2-60.jpg

Storia

I terreni sono stati lasciati in eredità al Comune di Polcenigo dall’Ing. Luigi Bazzi, deceduto l’11 settembre 1951. Come espressamente richiesto dal testamento dell’Ing. Bazzi, dopo la sua morte venne istituita una fondazione a nome suo e della madre Ida.

Il 9 gennaio 1976 viene siglata la convenzione tra Provincia di Pordenone e Fondazione che istituisce “il Parco per l’istruzione naturalistica sul Colle di San Floriano in Comune di Polcenigo”, con l’obiettivo di creare un’azienda-parco che coniugasse la produttività con la salvaguardia dell’ambiente.

Si ristrutturano le Foresterie e si dà lustro all’ambiente naturale attraverso un’importante opera di bonifica dei boschi e dei terreni, l’introduzione di specie di piante significative e la creazione di sentieri ed aree di ristoro per i visitatori.

Il Parco come si presenta oggi è stato inaugurato l’8 novembre 1980. Da allora oltre alla tutela ambientale è seguita la fase di recupero agricolo con l’introduzione di bovini, suini, ovini, equini, animali da cortile, dell’apicoltura, delle piante officinali e di piccoli frutti.

Nel 1991 in occasione del IV Congresso Nazionale dei Parchi Minori, il Parco è stato definito “rurale” e ancora oggi è l’unico esempio di parco naturale e rurale esistente in Italia.

Nel 1998 il Parco è entrato a far parte della Federazione Europea dei Parchi – EUROPARC, organizzazione internazionale che tutela e valorizza i parchi d’Europa.

A maggio 2006 la Provincia di Pordenone e la Fondazione Ing. Bazzi e Madre Ida affidano la gestione del Parco all’ERSA – Ente Regionale per lo Sviluppo Rurale, fino all’inizio del 2011.

Da aprile 2011 è direttamente la Fondazione Ing. Bazzi e Madre Ida a occuparsi dell’amministrazione e della conduzione del Parco.

Leggi qui lo statuto della Fondazione